CHIERI SI SPOSTA A TORINO PER AVERE RISPOSTE SUL DIRITTO DI PROSECUZIONE DI CURA

CHIERI SI SPOSTA A TORINO PER AVERE RISPOSTE SUL DIRITTO DI PROSECUZIONE DI CURA

Dopo il successo del dibattito tenutosi a Chieri lo scorso 26 novembre per conto dell’Associazione Graziani Adelina intitolato RIPROGETTIAMO IL WELFARE giovedì 13 dicembre il Presidente Ruà e la Vicepresidente Sacco si sposteranno alla sede dell’ASL TO Città per protestare contro questo status quo di degrado per i malati.

Noi oggi siamo qui per una Sanità efficiente e onesta, per i malati non autosufficienti da anni in lista d’attesa, per i loro famigliari che devono sostenere oneri di cura ingiustamente imposta. Siamo qui per protestare contro una Sanità del territorio incaoace di dare risposta sulla continuità terapeutica senza interruzione di cura. Capace solo di recuperi efficienziali dettati da incompetenti che incrementeranno i costi, i disagi dei malati e delle loro famiglie. Siamo qui per chiedere al nuovo direttore generale dell’Asl di Torino l’umanizzazione nei rapporti con i malati non autosufficienti. E perché dimostri coraggio nell’allontanare quei dirigenti che con i loro recuperi efficienziali hanno distrutto ciò che funzionava sul territorio.” Presidente Associazione Graziani Adelina, Riccardo Ruà. Rachele Sacco torna sulle stesse posizioni di sempre:

“La nostra protesta significa fornire gli strumenti ai cittadini per avvalersi delle strutture pubbliche sanitarie e non solo. Significa istruire le famiglie a diventare autonome nel tempo. Significa far sentire concretamente che le istituzione a servizio dei cittadini non sono solo palazzi vuoti ma strutture che lavorano veramente per il bene della comunità. Abbandonare le persone una volta uscite dalle strutture pubbliche equivale a ucciderle. Oltre a vanificare gli sforzi fatti dai medici e dalla struttura ospedaliera che li ha avuti in cura si aggrava la situazione delle famiglie che faticano a districarsi tra percorsi burocratici e porte chiuse. Qui non si tratta solamente di fare un discorso economico di assistenza programmata ma di creare un percorso di assistenza psicologica insieme al personale medico e alla pubblica sanità.

PRESIDIO

13 DICEMBRE DALLE ORE 8 ALLE ORE 11

ASL CITTA’ DI TORINO

VIA SAN SECONDO 29

TORINO

Leave a Reply

Your email address will not be published.