«Diamo continuità all’operato del comandante Battel»

CHIERI. È possibile che l’incarico del comandante della polizia Battel continui anche dopo la fine del mandato di Giunta? È questo in sintesi l’oggetto dell’interrogazione presentata dal gruppo di Forza Italia nell’ultimo consiglio comunale.
 «Penso sia importante dare continuità ad un servizio di cui negli ultimi due anni hanno usufruito non solo il Comando di Polizia Municipale, ma anche l’Amministrazione e i cittadini chieresi -motiva durante il Consiglio Comunale Rachele Sacco, capogruppo di FI. Con la fine del mandato del Sindaco Claudio Martano il regolamento prevede anche la scadenza dell’incarico del capo della Polizia Municipale Federico Battel. Secondo le dichiarazioni della Consigliera di opposizione l’operato da lui svolto nello scorso biennio, definito «prezioso», meriterebbe di essere prolungato mediante la stipula di un contratto a tempo indeterminato: «Abbiamo chiesto a questa Amministrazione se ci fosse l’opportunità di scindere la posizione del Comandante dal vincolo legato al mandato del Sindaco». L’interrogazione, che al prossimo Consiglio diventerà mozione, si propone di interpretare il “sentimento della Città”, condiviso anche dal sindaco durante il Consiglio, che da gennaio 2015 si avvale della figura del militare. Cinquantacinquenne torinese di origine Friulana, Federico Battel ha conseguito una Laurea Magistrale in Giurisprudenza alla quale è seguito un Master in Criminologia, affiancato da una Laurea triennale in Consulenza del Lavoro. «La sua esperienza professionale lo ha portato ad assumere il medesimo ruolo presso il Comune di Carmagnola e a servire la città di Torino in qualità di Responsabile Ufficio Polizia Giudiziaria e Viabilità – spiega Sacco – Un curriculum di tutto rispetto che sarebbe un peccato lasciarsi sfuggire».