Consiglio Comunale del 28 settembre 2018: i punti su cui mi sono battuta

Lo scorso venerdì 28 settembre Rachele Sacco  si è battuta sui seguenti temi:

 

  • “AREA CANI CENTRO SAN SILVESTRO”

La risposta della giunta è stata, che nonostante ci sia la volontà a trovare una soluzione, nonostante la raccolta di firme dei cittadini, nessun privato si è fatto avanti durante il bando per manifestare la volontà di destinare un’ Area Cani presso il Centro San Silvestro.

Risultato: ad oggi, a bando avvenuto , non vi è nessuna area delimitata e identificata come area cani nel parco del centro sportivo San Silvestro, mentre in realtà dopo una nostra mozione del marzo 2017 il consigliere Quattroccolo (PD) ci convinse a ritirarla perché in fase di bando si sarebbe presa la decisione. Peccato che nel Bando non è stata inserita la destinazione di una Area Cani in quella zona, quindi il privato non c’entra nulla, ma è stata una mancanza della Amministrazione Comunale.

Constato, con rammarico, che l’attuale Giunta Martano, ha già più volte manifestato la sua insensibilità verso gli animali di affezione

 

  • ATTRAVERSO PEDONALE PIAZZA EUROPA”

L’assessore Gaspardo Moro afferma  che “le strisce c’erano fino al 2015….poi sono state tolte…..e adesso sono state rimesse…”  deduciamo quindi …con dispendio di denaro pubblico.

Ma questa amministrazione ed in particolare l’Assessore gira per la citta’ troppo in bicicletta? Forse dovrebbe prendere l’abitudine, qualche volta, di fare anche due passi piedi per rendersi conto delle problematiche della città.

 

  • “PARCHEGGIO DISABILE CORSO TORINO 23”

Nel 2015 con Prot. 12458/15 veniva assegnato un posto numerato 8991 ad un disabile residente in area privata, con la seguente specifica : “Facendo seguito alla richiesta si esprime parere favorevole di competenza. Lo stesso potrà essere realizzato davanti al civico 23 se l’area parcheggio risulta nella disponibilità comunale. Diversamente dovrà necessariamente essere realizzato dall’altro lato della strada o in Via Moncalvo previo accordo del richiedente”.

Escludendo Via Moncalvo che è in pendenza, finalmente DECORSI 3 ANNI…..l’Assessore Gaspardo Moro ha risposto che a seguito di vari solleciti da parte mia hanno deciso di fare il parcheggio numerato dal lato opposto della Strada su Corso Torino. Ma si doveva aspettare tutto questo tempo per dare rispetto e dignità a persone che hanno difficoltà?

 

  • “PAVIMENTAZIONE DISASTRATA IN PIAZZA DANTE”

Rachele Sacco è passata tra tutti i banchi del mercato in Piazza Dante per cercare di verificare come facessero a montare e in che difficolta’ si trovasse la gente che faceva la spesa, con i buchi e in alcuni casi “voragini” sulla pavimentazione di tutta la piazza che ricorda che dalle finestre del Municipio tutto questo è visibile giornalmente, in quanto si affaccia proprio sulla Piazza Dante. “Veramente un disastro. Non hanno senso i “tacconi” perché è denaro pubblico speso male. Io sono per prevenire le situazioni. Forse si sta aspettando l’inevitabile incidente grave per intervenire seriamente?”

 

  • “PROBLEMA SEPOLTURE AL CIMITERO DI CHIERI”

Rachele Sacco ha ricordato un caso di mala assistenza in un momento delicato dei cittadini che è la sepoltura dei loro cari. Il problema è che è già più volte capitato che mancasse il personale cimiteriale che hanno l’obbligo di accogliere la salma e depositarla nel loculo a lui assegnato. E’ stato portato un fatto accaduto il 17 agosto dove la bara è stata depositata per terra e non c’era il personale del cimitero per sollevarla fino al 5.o piano. Alcuni presenti hanno provveduto a depositare il feretro nel loculo, con i parenti attoniti .

Il Sindaco ha risposto che quel giorno del 17 agosto erano presenti in due per la sepoltura….anche se non si sono visti…..e comunque due non sono sufficienti per tirare su una bara al 5 o 6 piano. La sicurezza e’ a carico del Comune e i cittadini pagano fior di quattrini per seppellire i propri cari e quindi si aspettano un servizio dignitoso. Attendiamo risposte e documentazioni più precise che non hanno saputo dare in Consiglio comunale.

 

  • “RIPRISTINO VIABILITA’ ULTIMO TRATTO VIA MONCALVO”

Nonostante le proteste dei residenti, la raccolta firme, la non condivisione con i cittadini della zone, l’Amministrazione Comunale è andata avanti stravolgendo e rendendo ancora più pericolosa la viabilità di Via Moncalvo : senso unico solo nell’ultimo tratto, inserimento, qualche giorno fa di un cartello “senso unico”…che non si vede….e’ altissimo e solo se si va in contromano forse si ha la possibilità di visionarlo. Inoltre, il marciapiede sul ponte del Rio Tepice,  non è stato fatto ma sono stati messi dei pali pericolosissimi, è stato creato un senso unico alternato, perché’ il più delle volte due macchine non passano insieme.  Siamo tutti esterrefatti per la soluzione  malsana e ridicola e ho chiesto all’Assessore Gaspardo Moro di rivedere la viabilità di quella zona per la sicurezza degli automobilisti e dei pedoni. Complimenti per la soluzione!

 

  • “SOTTOPASSO DI VIA PIRANDELLO”

A seguito alluvioni estivi si sono verificati notevoli allagamenti. Rachele Sacco insiste sull’incuria e continua a sottolineare lo stato di degrado dei canali di scolo.

Tra l’altro, i residenti avevano manifestato l’interesse privato ad intervenire per il ripristino del sottopasso a proprie spese e mezzi, ma il Comune dice che non è vero. Io ho parlato con i cittadini della zona!!!!

Pertanto, l’Amministrazione Comunale ha dato mandato ad una  ditta esterna che e’ costata denari pubblici che, tra l’altro, non ha neanche fatto i fossi laterali….pertanto se avverranno….come prevedibili….nuovi fenomeni si rischia di nuovo un grave allagamento!

 

  • “STRADE BIANCHE”

Chieri è fatta anche di strade bianche (Strada della Contessa, Strada della Serra, Strada della Livorna, Strada Tetti Grondana, ecc) con i residenti delle quali l’amministrazione comunale a siglato i “patti di condivisione”, cioè un impegno reciproco tra ente e privato, per la manutenzione ed il ripristino delle strade bianche, in particolare, la comunità privata mette a disposizione gratuitamente le giornate di lavoro necessarie alla realizzazione dell’opera di manutenzione (livellamento del piano viario con mezzi meccanici e risagomatura dei fossi per consentire i libero deflusso delle acque piovane, pulizia dei tubi intasati, ecc). I cittadini il loro lavoro l’hanno svolto.

La disorganizzazione, invece, è del Comune che in primis ha ritardato l’intervento di posa del materiale riciclato (stabilizzato) e ghiaia, rischiando in questo modo di vanificare tutto il lavoro svolto GRATUITAMENTE dai privati, inoltre, cosa ben più grave, non veniva effettuata la posa del materiale riciclato di sottofondo

Ad oggi fatto il sopralluogo abbiamo verificato solo la messa in posa della ghiaia: peccato che pero’ non sia stato messo il frantumato (o stabilizzato) e quindi in caso di pioggia la ghiaia scivolerà via nuovamente….

Ma ci stiamo chiedendo da un mio accesso agli atti del 29 maggio 2018 a cui non è seguita alcuna risposta ad oggi, nonostante l’Amministrazione ha l’obbligo di rispondere entro 30 giorni SE esiste un progetto per le strade bianche a Chieri? ATTENDO RISPOSTA

 

  • “SKATEPARK A CHIERI”

Ma quando dei giovani vanno alla ricerca di spazi per poter svolgere uno Sport come si fa a non provvedere subito? Ho ricordato all’Assessore Anfossi che questi ragazzi hanno raccolto 700 firme, ci sono stati degli incontri con il Sindaco, gli sono state fatte delle promesse. “Ritengo che dovrebbe essere fondamentale per una amministrazione invogliare i ragazzi a fare delle attività e a riempire il loro tempo libero in maniera sana e salutare, nonché sportiva”. L’Assessore ha risposto che entro fine anno verrà risolta la questione e avranno il loro spazio. ATTENDO LA SCADENZA PROMESSA.

 

  • “TELECAMERE PER LA SICUREZZA DELLE AREE CONDIVISE”

La cittadinanza e’ ormai stanca di non sentirsi più sicura sia nella propria abitazione ma anche quando porta i propri figli ai giardinetti in area caselle, o nei giardini di Piazza Cavour, o in Via Monti, o in Via Generali dalla Chiesa, o nelle zone centrali e periferiche della Città. Ma non e’ solo una questione per i Cittadini, ma  anche  per le Forze dell’Ordine che non le stiamo tutelando e le Telecamere sarebbero un supporto non indifferente, considerando che le risorse a disposizione delle Forze del’Ordine in termine di uomini e mezzi, sono sempre più ridotte e così assistiamo ad una continua escalation di atti criminali che potrebbero portare a minare l’incolumità dei cittadini

LA RISPOSTA: hanno promesso di fare una commissione ad hoc dove si parlerà solo di questo. E adesso stiamo a vedere

Infine, ho fatto una specifica domanda all’Assessore Gaspardo Moro su che fine hanno fatto le n. 2 telecamere di Via Vittorio che mi risultano essere in riparazione ormai da anni. L’Assessore non è stato in grado di fornirmi una risposta in merito. Non lo sa. Attendiamo i suoi aggiornamenti in merito!!!!!

 

Question time su intitolazione vie

Due mozioni presentate per la intitolazione delle strade:

 

  • la prima accolta nel consiglio comunale di fine marzo del 2016 avente per oggetto “le donne della costituente nella toponomastica cittadina” , ad oggi non ancora attuata dopo due anni e mezzo (ho ricordato che le mozioni accolte devono essere rese esecutive nei 6 mesi successivi alla approvazione). Siamo abbondantemente in ritardo direi
  • la seconda “ai vigili del fuoco” bloccata in Consiglio Comunale dai Consiglieri e non discussa a seguito di pregiudiziale e poi portata in Commissione Toponomastica, circa 1 anno fa, nella quale il Sindaco si era preso l’impegno di sentire i Vigili del Fuoco e so che è stato concordato nome e location già da tempo: ad oggi nulla è stato fatto. RESTIAMO IN ATTESA!!!!

 

MIO INTERVENTO SU ORDINE DEL GIORNO DEL PD su “ADEGUAMENTO ALLE SALE SCOMMESSE DELLE NORMATIVE CHE REGOLANO IL SETTORE DELLE SALE GIOCO”

 

“Premettendo che sono contraria ad ogni forma di gioco d’azzardo, con questo ordine del giorno, ritengo che si favorisca il gioco illegale, il gioco on line, il gioco che per esempio testimonial come Amendola fanno pubblicità durante le partite di calcio. Ricordo a questa Amministrazione che le sale scommesse hanno una titolarità dettata da autorizzazioni di Monopoli di Stato – Questura con tutti i controlli del caso. Il Comune anziché arrogarsi questo diritto, per tutelare i cittadini e le attività, dovrebbe invece farsi portavoce sollecitando il Governo Nazionale  a sottoscrivere un Accordo Quadro Nazionale che veda soddisfatte tutte le parti partendo dal presupposto della TUTELA DELLA LEGALITA’, per evitare la conseguente proliferazione a livello esplosivo del gioco illegale che avrebbe ripercussioni drammatiche sull’intera popolazione.

Inoltre, ho chiesto all’ Amministrazione se tale proposta aveva un effetto retroattivo anche per le altre sale scommesse. La risposta è stata SI.

La mia dichiarazione inziale fu di astensione, ma poi non ho partecipato al Voto, per dare un segnale forte che debbano essere tutelati sia i cittadini dediti al gioco, sia le attività, perché con questa manovra i cittadini continueranno a rovinarsi con altri giochi sia in città dove ciò è permesso ma soprattutto con l’on line.”