Degrado, amianto e trasporto pubblico. Domani in Consiglio Comunale

Centri commerciali, mensa sociale e bagni delle scuole elementari, degrado e sporcizia in città, ma anche trasporto pubblico, amianto, bando associazioni e area Casellae. Sono alcuni degli argomenti che verranno portati domani, giovedì 29 settembre, all’attenzione del Consiglio Comunale dal Gruppo Forza Italia di Chieri.

«L’aspetto di ogni città deve essere decorosa, ospitale, dignitosa e dare un senso di pulizia e lustro ai propri cittadini – è la premessa della capogruppo Rachele Sacco per la prima interrogazione – Negli ultimi tempi, molti cittadini si sono lamentati giustamente per il degrado in numerosi luoghi della città, solo alcuni esempi ne sono: area Caselle, via della Pace, la fontana di piazza Cavour».
Ma all’attenzione del sindaco sarà portato anche una mozione sui centri commerciali: «Negli ultimi anni la crisi economica, il calo della domanda interna e dei consumi delle famiglie ha determinato un mutamento del panorama occupazionale e produttivo nel settore della grande distribuzione – premette la consigliera – Condividiamo pienamente la posizione delle associazioni di categoria del commercio nel dire che la realizzazione di nuovi centri commerciali con annessa vendita di prodotti alimentari ed extra alimentari fomenterebbe questa crisi, prendendo quindi atto che la realizzazione di nuovi centri commerciali andrebbe a danno del piccolo commercio locale. Quindi porteremo all’attenzione del Consiglio a valutare la possibilità sostenere semmai direttamente il piccolo commercio se non addirittura intentare una causa per bloccare la costruzione di nuovi centri commerciali»
Al centro del dibattito anche la viabilità e il trasporto con la presentazione di un’interrogazione sulla Linea 2 dei bus:«L’assessore Gaspard Moro ha dichiarato di voler arrivare ad offrire un trasporto pubblico migliore dal punto di vista della comodità dei mezzi, della loro accessibilità e dei percorsi più razionali – rammenta Sacco – L’lstituto superiore Vittone ha elaborato e svolto una ricerca molto importante e rilevante per quanto riguarda appunto questa linea urbana. Chiederemo pertanto al sindaco come mai il lavoro degli studenti non sia mai stato reso pubblico e analizzato in Consiglio Comunale»
Di fondamentale importanza per la cittadinanza anche la richiesta di una mappatura del territorio e delle aree compromesse dall’amianto: «Nell’ultimo periodo si sono rilevate situazioni di criticità sul territorio del Comune di Chieri per fabbricati con elevata presenza di amianto nella loro struttura e composizione – presenta la capogruppo – Ci piacerebbe che il sindaco aggiornasse il consiglio comunale sulla situazione dei casi più critici del nostro territorio e su quali tempistiche e misure sono state previste per I’intervento di messa in sicurezza e bonifica dei relativi siti»