IL LAVORO E’ UN DIRITTO CHE DA’ DIGNITA’: A CHIERI LO STIAMO PERDENDO

A novembre abbiamo trovato i cancelli sbarrati davanti alla JDE dello stabilimento di Andezeno, dove si producono i caffè Hag e Splendid. Oggi ci ritroviamo nella stessa situazione per i lavoratori dell’azienda di trasporti VIGO: licenziamenti in massa causa difficoltà dell’azienda. “Non si deve mollare –  sosteneva con forza Rachele Sacco il 20 novembre.

Ma non sono solo queste citate situazioni che accadono sul nostro territorio chierese in pochi mesi.   Embraco – Gruppo Whirpool di Riva presso Chieri con 500 lavoratori che sono stati a rischio per mesi e mesi, ITW di Pralormo con 31 lavoratori a rischio di licenziamento, JDE di Andezeno dove 57 lavoratori a giorni saranno in mezzo ad una strada e, notizia degli ultimi giorni, VIGO Chieri con 69 lavoratori per i quali è stata attivata la procedura di licenziamento collettivo

Oggi sconfortata, Sacco prende la decisione di andare fino in Europa, a Strasburgo il 10 e 11 dicembre, viaggio organizzato insieme ad Alberto Cirio, per far “degustare” l’ultimo caffè agli Europarlamentari: “Siamo al fianco dei lavoratori e lo dimostriamo fino in fondo”.

Ma cosa sta succedendo nel Chierese alle aziende storiche che hanno costruito la ricchezza del territorio?” si domanda Rachele Sacco, che si sente in dovere di andare a fondo a questa faccenda. “Perché chi vive la politica , può dare tutta la propria solidarietà, ma non basta! Le Istituzioni devono intervenire e non possono assistere impassibili a questi duri colpi inflitti all’occupazione su un territorio già provato dalla crisi aziendale e che in passato ha perso uno dei suoi capisaldi come il Tessile. L’assenza dalla realtà e dai problemi dei lavoratori allontana chi governa dall’obiettivo principale: la salute della società.”