Incuria e degrado in varie zone di Chieri

Incuria e degrado, temi di quattro delle interrogazioni che la capogruppo di FI Chieri Rachele Sacco presenterà il 26 luglio in Consiglio Comunale.

Una di queste riguarda il degrado e la pericolosità dell’area di viale Fiume e del Parco Robinson (foto tratta da CentoTorri). In particolare crea pericolo di incolumità per i cittadini l’area pubblica adibita a viale ciclopedonale e parco.

“Già in passato – interviene la consigliera comunale di Forza Italia – altre aree pubbliche sono state messe in sicurezza dopo aver sollecitato l’Amministrazione. Mi auguro che vengano al più presto programmati degli interventi di ripristino e di messa in sicurezza totale dell’area”. Sempre nel Consiglio Comunale verranno segnalate le situazioni di criticità della scuola primaria di Borgo Venezia: “Gli edifici scolastici – spiega Rachele Sacco – dovrebbero essere dei luoghi ospitali con adeguati requisiti igienico-sanitari e di totale sicurezza a livello strutturale e funzionale per accogliere eventualmente delle persone in caso di emergenze. Sono sconcertata che l’attuale Amministrazione Comunale non sia ancora intervenuta dato che la salute, la sicurezza e l’ospitalità in una scuola gravano in modo diretto sui loro fruitori: bambini, docenti ed operatori scolastici”.

Sporcizia ed incuria non mancano neanche al parcheggio multipiano di piazza Silvio Pellico, di recente costruzione. “Abbiamo riscontrato in questo luogo mancanza generale di pulizia – spiega Rachele Sacco – e non è accettabile visto che tale infrastruttura è al servizio della cittadinanza ma in particolare dei fruitori dell’ospedale Maggiore che meriterebbero decoro e una condizione di pulizia generale dei luoghi limitrofi alla struttura sanitaria. Servirebbero degli interventi di ripristino che finora sono mancati”.

In via Generale Dalla Chiesa il marciapiede, ex pista di pattinaggio, risulta in stato di degrado tale da rendere pericoloso il camminarci sopra. Sono presenti buche,  tombini completamente ostruiti dentro i quali è florida la crescita di erbacce che quando cade anche una modesta quantità d’acqua si creano piccoli e gradi allagamenti. Vi è inoltre una fontanella d’acqua mai entrata in funzione.

Mi chiedo come possa l’Amministrazione – interviene Rachele Sacco – non fare nulla di fronte a tale degrado. Lo stabile è di proprietà comunale ed è amministrato dall’Atc e fortunatamente non esistono grossi conflitti a causa di difficoltà di coabitazione. Esiste però il fenomeno degli schiamazzi che, specialmente nelle ore notturne, creano importanti disagi ai residenti”