“Infami”: Vandalizzato con una scritta il monumento Al Carabiniere in viale Fiume.

Il gruppo di Forza Italia Chieri: «Non sottovalutiamo questo atto. Chi ha fatto un gesto simile ce l’ha con le Forza dell’ordine»

IMG-20160329-WA0002

CHIERI, 30 MARZO 2016. Hanno usato una bomboletta spray nera per coprire l’anno di anniversario e scrivere “Infami” sulla base del monumento Al Carabiniere in Viale Fiume.

E’ successo probabilmente nel fine settimana di Pasqua e la notizia si è diffusa sui social martedì mattina con la pubblicazione della foto del monumento vandalizzato: «E’ veramente un gesto schifoso – non usa mezzi termini Rachele Sacco coordinatore cittadino di FI – Hanno oltraggiato l’emblema della sicurezza della nostra Città. Chi si è permesso di fare questa cosa ha voluto intenzionalmente colpire le Forze dell’Ordine».

Il monumento è stato installato dal Comune a settembre 2014 per i festeggiamenti dei 200 anni della Fondazione dell’Arma dei Carabinieri con una cerimonia di intitolazione della “piazza Arma dei Carabinieri”.

«Ricordo bene quel giorno – rammenta Alessandro Monego vice coordinatore cittadino di FI –  Eravamo stati invitati come studenti. Sono molto legato a quel monumento. Credo che se ci fossero state le telecamere non sarebbe accaduto o quanto meno ora sapremmo chi sono i responsabili»

Un atto che non ha giustificazioni: «Mi auguro sia stata la bravata di una notte – spera Monego – Che sia stata fatta con incoscienza. Sono molto preoccupato invece che possa essere un messaggio ragionato»

Rimarca Luca Schiavone, commissario dei Giovani di Forza Italia Chieri: «C’è da vergognarsi. I carabinieri sono sempre forze dell’ordine che difendono da qualsiasi tipo di pericolo – rammenta – E’ l’ultima delle Istituzioni contro le quali bisognerebbe andare contro. Bisogna avere fiducia nelle istituzioni. Noi giovani dovremmo avere maggiore considerazione e comprendere il lavoro che fanno per noi e quanto sia necessaria la loro presenza»

L’azione fa però riflettere su altri fattori: «Questa notizia mostra quanto il controllo del vicinato sia aria fritta- sottolinea il Gruppo di Forza Italia Chieri – Con quello che rischiano ogni giorno non solo i carabinieri, ma i vigili,  la polizia, la guardia di finanza, è un gesto inaccettabile. Bisognerebbe dimostrare molto più rispetto per il lavoro che fanno e come gruppo siamo vicini all’Arma dei carabinieri, nella speranza che questo gesto non passi inosservato».