«L’occupazione dei parcheggi in inverno, non solo è ingiusta rispetto a chi paga tutto l’anno, ma consta di un grande sacrificio per la cittadinanza e i commercianti occupando posti d’auto preziosi per il centro storico»

Torna in consiglio comunale la problematica dei dehors collocati in piazza Cavour grazie a un’interrogazione della consigliera e capogruppo di FI Rachele Sacco. Da aprile 2017, infatti, sul lato destro della piazza sono stati installati dei dehors  da parte di attività commerciali che occupano quasi la totalità dei posti auto. Una situazione “spiacevole” vista la carenza di posti auto nel circondario, tanto più che il più grande di essi è attualmente in stato di disuso. Fortunatamente però, il comune sembrerebbe voler sbloccare la situazione. «Il canone di locazione di uno dei dehor presenti in piazza, il più grande, ammonta a circa 6mila euro all’anno, con un contratto di occupazione del suolo pubblico non temporaneo. Ma dal mese di ottobre quest’ultimo è in stato di disuso per l’arrivo dell’inverno. Per fortuna anche l’amministrazione si è resa conto di quanto accade e degli sconti di cui gode l’attività proprietaria del dehor. Bisogna tener conto del fatto che quell’occupazione non solo è ingiusta rispetto a chi paga tutto l’anno, ma consta di un grande sacrificio per la cittadinanza e i commercianti occupando posti d’auto preziosi per il centro storico». Ora l’amministrazione dovrebbe monitorare la situazione: se i gestori allestiranno il dehor invernale, bene, altrimenti si potrebbe procedere alla richiesta di smantellamento. «Se lo spazio non verrà utilizzato nei mesi invernali, ripristiniamo i parcheggi oppure che paghino come gli altri in modo da compensare sia la perdita dei parcheggi che il mancato introito per il pagamento della zona blu. Vigileremo», conclude Sacco.