«Parcheggi a pagamento anche nelle festività? Così creiamo solo un danno ai cittadini»

Viene ritirato l’emendamento proposto dal gruppo di Forza Italia Chieri nell’ultimo consiglio comunale sulle nuove tariffe dei parcheggi

«Avevamo chiesto di mantenere la gratuità durante le domeniche e i giorni di festa – riporta Rachele Sacco capogruppo di opposizione – Al di là del discorso dell’amministrazione sulla necessità di rivedere le tariffe, non è concepibile che, anche durante il fine settimana si debbano pagare gli stalli a raso».
La novità è prevista dal nuovo bilancio: «Il problema è che hanno anche cancellato tutte le esenzioni nei parcheggi a raso – fa notare la consigliera – Adesso si pagherà sia durante la domenica che nelle festività. Hanno tolto la gratuità ai medici in servizio ed è stata sospesa la gratuità anche nelle due settimana di agosto».
Scelta controproducente secondo il gruppo: «La filosofia del parcheggio a pagamento è permettere la rotazione delle auto ed evitare l’intasamento dei parcheggi, ma non si può dire ci sia questo problema durante le feste. Quindi viene da pensare sia stato cambiato solo per fare cassa – ipotizza Sacco – Ora questo sarà l’ennesima mazzata per chi abita nel centro storico e un problema per gli operatori della sanità che non avranno alcun tipo di agevolazione».
L’emendamento è stato ritirato dopo che in consiglio l’assessore Paschero  si è detta favorevole alla modifica promettendo che sarebbe stata posta all’interno del regolamento della polizia municipale: «Nel frattempo speriamo vengano apposti i giusti cartelli informativi per non creare un doppio danno ai cittadini. Sarebbe assurdo che oltre a dover pagare il parcheggio, si trovino multati perchè non informati adeguatamente»

Chieri, 12 gennaio 2017