EX EMBRACO, Sacco e Varaldo (FI): “IL MINISTRO PATUANELLI SI IMPEGNI IN PRIMA PERSONA PER I 408 LAVORATORI E LE FAMIGLIE”

“I lavoratori dell’Ex Embraco non possono più aspettare: il tempo dei tavoli dei se e dei forse è scaduto, adesso è ora del tavolo del fare per trovare una soluzione urgente a questa drammatica situazione che coinvolge oltre 400 famiglie del nostro territorio. Per questo chiediamo un impegno immediato e in prima persona del Ministro Patuanelli che deve far sentire con forza la voce del Governo e dello Stato per la tutela dei lavoratori. Oggi eravamo presenti all’incontro tra l’Assessore regionale al Lavoro, Elena Chiorino, una delegazione dei sindacati e una rappresentanza dei 408 lavoratori dell’Ex Embraco. Lavoratori che, umiliati e presi in giro troppe volte, continuano ad essere collocati in cassa integrazione straordinaria e ad aspettare risposte concrete. L’incontro di oggi dimostra che la Regione Piemonte, con l’Assessore Chiorino, è in prima linea per la tutela dei 408 lavoratori e delle loro famiglie ma che a questo punto per evitare il peggio occorre che lo Stato si faccia sentire con forza a tutti i livelli. Auspichiamo quindi che, come emerso dalla richiesta unitaria di oggi, al prossimo tavolo si siedano il Ministro Patuanelli e tutte le parti in causa e quelle che hanno avuto, anche in passato, un ruolo in questa vicenda con l’obiettivo di trovare e intraprendere una strada che sia risolutiva”
Lo dichiarano i Consiglieri Comunali di Chieri Rachele Sacco e Tommaso Varaldo

Tu cosa ne pensi?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: