Giornata nazionale delle vittime del Covid, ci aspettiamo una degna celebrazione dal Comune di Chieri

Chieri 10 marzo 2021 Si avvicina la data del 18 marzo, giornata indicata dal Parlamento come celebrazione nazionale delle vittime del Covid. Nei mesi precedenti abbiamo presentato due atti in Consiglio per ricordare le vittime dell’epidemia. Solo a dicembre abbiamo chiesto di celebrare degnamente l’evento. Avevamo anche chiesto di fare una messa celebrativa e l’apposizione di una targa che ricordasse le tantissime vittime della malattia. Il conteggio dei decessi ha ampiamente superato in Italia le 100.000 vittime e, purtroppo, ne dovremo registrare molte altre ancora prima di liberarci da questo incubo.

Oggi, come nei mesi scorsi, sollecito l’Amministrazione Comunale a pensare ad un programma, compatibilmente alle regole e alla sicurezza, per celebrare questo giorno. Io credo che la nostra città così come la Nazione abbiano bisogno di un momento catartico per esprimere il dolore e la sofferenza che ci accomunano perché ogni comunità ha perso qualcuno a causa del Covid ed anche Chieri ha pagato il suo pesante tributo. Anche in questo caso vorrei che si andasse oltre le appartenenze politiche e desidero condividere con la maggioranza idee e proposte per il 18 marzo. Ritengo che una funzione religiosa in suffragio di tutte le vittime sia doverosa.

Per la giornata nazionale delle vittime del Covid serve unità

Abbiamo bisogno di essere assieme, di essere uniti, di fronte a questa che è una guerra contro un male che non abbiamo ancora sconfitto. Lo dobbiamo, in particolare, a coloro che da questo male sono stati uccisi e a coloro che vivono nella paura di essere contagiati e a tutti quelli che soffrono per le necessarie restrizioni per fermare il contagio.

Leave a comment