Il PD non depone una targa in memoria di Norma Cossetto, martire delle foibe e medaglia d’oro al merito civile

Il PD non depone una targa in memoria di Norma Cossetto, martire delle foibe e medaglia d’oro al merito civile

La maggioranza del Consiglio Comunale di Chieri, guidata dal Partito Democratico, ha bocciato la mozione presentata dai Consiglieri Tommaso Varaldo e Rachele Sacco con la quale si chiedeva al Sindaco di impegnarsi a depositare una targa in memoria di Norma Cossetto in occasione delle celebrazioni del prossimo Giorno del Ricordo, 10 Febbraio 2020.
“È vergognoso – commentano i promotori della mozione Sacco e Varaldo – Norma Cossetto è stata insignita dal Presidente della Repubblica come Medaglia d’Oro al Merito Civile, è uno di più alti simboli delle migliaia di italiani barbaramente gettati, spesso ancora vivi, nelle foibe dalle milizie comuniste di Tito, è un simbolo contro la violenza sulle donne. Ricordiamo che nella motivazione all’onorificenza si legge: «Giovane studentessa istriana, catturata e imprigionata dai piartigiani slavi, veniva lungamente seviziata e violentata dai suoi carcerieri e poi barbaramente gettata in un foiba. Luminosa testimonianza di coraggio e di amor patrio». La maggioranza di questo Consiglio Comunale ha perso la possibilità di dire con forza che ogni memoria storica va sempre preservata e ogni atto posto in essere sarà utile per tramandarla. Una targa a Norma Cossetto poteva essere un’ulteriore simbolo di Ricordo della tragedia delle foibe e dell’esodo Giuliano-Dalmata da tramandare ai giovani nel segno della Libertà e della Memoria. Ma il Partito Democratico ha vergognosamente detto No – concludono i Consiglieri – come a significare che per loro esistono memorie e memorie da ricordare, simboli più o meno importanti contro la violenza sulle donne”

Leave a Reply

Your email address will not be published.